dom, 17 dic 2017 08:47

Casamassima Libri S.r.l.

Sede legale:
Via Carducci, 48
33100 UDINE - ITALIA
CF/PI 01539340305

Sede redazionale e per corrispondenza:
3017 Tarcento - Collalto, UD

Tel.: +390432783598
Fax: +390432794703

e-mail



 

Il catalogo

PRODOTTI > CATALOGO LIBRI







titolo BIRIGNAO
descrizione Questo lessico o dizionario teatrale stava nelle carte inedite di mio padre a testimoniare un forsennato amore, il più viscerale e nativo fra i tanti della sua vita di scrittore e di giornalista così aperta alla curiosità, alla vita, al mondo dell’intelligenza e dell’arte, agli uomini ed alle loro vicende. Era quello per il teatro, per il palcoscenico, per il mondo degli attori, un sentimento che gli veniva dai Podrecca di Cividale del Friuli, autori di drammi irrapresentati, ferventi filodrammatici nel nome di Adelaide Ristori e, attraverso Vittorio Podrecca e il suo “Teatro dei Piccoli”, rifondatori della tradizione marionettistica italiana. Il teatro gli stava anche nel sangue per vie ottocentescamente recondite e solo bisbigliate in famiglia. Il teatro era il mestiere di sua sorella Vera Vergani, prima attrice con Ruggero Ruggeri nella compagnia diretta da Virgilio Talli e prima interprete della sorellastra nei “Sei personaggi in cerca d’autore” di Luigi Pirandello. Orio, ventiquattrenne, fu uno dei dodici fondatori del “Teatro d’Arte” di Roma, il teatro di Pirandello, per il quale si diede da fare anche come regista, scenografo e istigatore di mecenatismi. Dall’amore per il teatro e per i suoi grandi o piccoli protagonisti sono nate molte pagine di “Memorie di ieri Mattina” e di “Abat-jour”: una passione da figlio d’arte di cui è anche testimonianza questo “divertissement” che non ha alcuna pretesa di completezza, di organicità.Sono “voci” annotate sul filo del ricordo e “secondo ciò che torna a galla dai magazzini della memoria”. Le scriveva di notte quando rientrava a casa dopo essere stato a teatro per il suo lavoro di critico drammatico e al “Corriere” per il “pezzo” che il proto gli strappava dalla scrivania mano a mano che completava un capoverso.
Era il suo modo di riprendere fiato prima di coricarsi, come il mattino scriveva una ventina di lettere per “snebbiare il cervello” prima di attaccare il lavoro vero e proprio. Riprendeva fiato concedendosi, dopo il “mestiere”, uno spazio privato: il diario, la narrativa e queste “cose” minori, questi “divertimenti del cuore”. Riprendeva fiato continuando a lavorare: una voracità di scrittura che, lo ha raccontato Indro Montanelli, era il suo modo di vivere, di tenere a bada il continuo agguato della depressione.
Mila Schon ha reso possibile la nascita editoriale di questo “Birignao” nel nome di Paolo Grassi, di Giorgio Strehler, di Nina Vinchi e del “Piccolo Teatro” di Milano che, nel maggio del 1952, riportarono alla vita scenica la commedia di mio padre “Il cammino sulle acque”, rappresentata per volere di Pirandello nel 1926.

Autore: Orio Vergani

Scheda in formato pdf (130 Kb)


prezzo
18.00


top

2017 © Casamassima Libri